Sign in / Join

Italia Puzzle Quiz

0
Share:

Ieri ho pubblicato una nuova app sullo store di Google Play: si chiama Italia Puzzle Quiz ed inaugura una linea di giochi educativi per bambini firmata dynamicdesign. L’applicazione – sviluppata in ambiente AIR tramite Adobe Animate – consente di ripassare alcune nozioni legate alla geografia italiana mediante due modalità di gioco: puzzle e quiz.
Nel primo caso il giocatore dovrà prelevare le regioni disposte lungo i bordi dello schermo e collocarle nella corretta posizione. Il meccanismo prevede anche un sistema di “correzione magnetica”, in base al quale se si rilascia la regione nelle vicinanze della zona prestabilita, la figura si aggancia automaticamente alle coordinate corrette. Successivamente appariranno una serie domande di verifica che, in ordine rigorosamente casuale, chiederanno di identificare dove si trova ogni regione con un tocco.

Italia Puzzle Quiz

Nel secondo caso, è previsto un quiz di domande casuali suddiviso in due sessioni. Nella prima verrà chiesto al giocatore di indicare – tra quattro possibili alternative, il corretto capoluogo di provincia di una regione. Nella seconda ed ultima sessione, verrà chiesto di individuare quale, tra quattro possibili città, appartiene alla regione indicata nella domanda.

Quiz Italia
Sia il puzzle che il quiz prevedono un punteggio che tiene conto del tempo impiegato e degli errori commessi. Meno errori si commettono e più velocemente si completa il gioco, maggiore sarà il record. Italia Puzzle Quiz è un gioco completamente gratuito, non sono previsti banner né tanto meno acquisti in app. Teoricamente potrebbe essere riproposto in una versione premium dotata di funzioni aggiuntive, ma allo studio stiamo ancora decidendo se concretizzare questa ipotesi oppure limitarci alla versione free.
L’applicazione, anche se ufficialmente rivolta ad un target di bambini, si presta ad essere giocata da tutta la famiglia. Durante le varie prove, anche gli adulti che lo hanno provato, hanno avuto qualche dubbio nell’associare alcune città alla regione corretta. A dimostrazione che con il passare del tempo si diventa tutti un po’ asini sulle nozioni di base (di sicuro lo sono io che nei primi test ero fonte di ilarità e divertite prese in giro da parte di familiari ed amici).
Dal punto di vista tecnico, il gioco è ottimizzato per tutti i dispositivi, ma la modalità puzzle rende meglio su dispositivi con lo schermo medio/grande. Questo perché, per rispettare la corretta proporzione geografica, alcune regioni come il Molise o la Valle d’Aosta, sono molto piccole. Una dimensione che su schermi di vecchia generazione rende meno comodo il tocco dell’utente per agganciarle. In parte siamo riusciti ad ovviare il problema grazie all’uso di una sorta di cursore sferico che individua la regione che il giocatore sta trascinando. Problema che non si pone nel caso dei quiz, dove è bastato impostare testi e pulsanti grandi per ovviare i problemi di compatibilità con i dispositivi più obsoleti.
Anche se potrebbe a prima vista sembrare un semplice “giochino”, dietro ci sono centinaia di righe di codice e tantissimo lavoro grafico. Come application developer, questa esperienza è stata abbastanza formativa, consentendomi di affrontare tutta una serie di problematiche per me inedite. Aspetti tecnici che mi piacerebbe affrontare nei prossimi post del blog. In ogni caso, l’app è disponibile a questo indirizzo.

Share:

Leave a reply

*